Sara Poli

 

è nata a Salò e vive a Brescia. Ha fondato l'associazione culturale Progetti e Regie, attiva nel

campo della produzione e dell'educazione teatrale. Da molti anni progetta e cura laboratori per

adulti e ragazzi. Ha iniziato l'attività di regista nel 1990 e, dopo un biennio di collaborazione con il

Teatro dell’Elfo, ha diretto numerosi allestimenti teatrali, tra i quali Elettra o la caduta delle

maschere con Ida Marinelli, Minotauros con Roberto Castello e La Giravolta di Paola Carmignani

con Barbara Valmorin. Con Panico, interpretato da Patrizia Zappa Mulas, ha vinto il Premio Hic

Rhodus del Centro Teatrale Bresciano. Per il Teatro Grande di Brescia ha diretto l’opera lirica

Pasqua Fiorentina . Ha partecipato con spettacoli inediti - Amore e dolore è il più recente - a

Crucifixus Festival di Primavera - Teatro, musica, tradizioni del sacro.

Ha coordinato eventi di piazza (Teatro e Libertà per il bicentenario del Teatro Pergolesi di Jesi,

Capodanno 2000 in Piazza Loggia per il Comune di Brescia, la Santa Crus di Cerveno 2002, tutti a

cura di Renato Borsoni). Ha realizzato numerosi spettacoli per Teatro in Villa, rassegna estiva

nelle dimore storiche della Franciacorta. Per il festival A qualcuno piace giallo promosso dalla

provincia di Brescia ha firmato insieme a Nino Dolfo le letture sceniche Il delitto di piacere e Il

caso Simenon. Recentemente ha condotto un'esperienza di formazione teatrale con un gruppo di

detenute della Casa Circondariale di Brescia concretizzatosi nello spettacolo Qui… al circo .

Alle forme teatrali dove parola e ricerca gestuale hanno un ruolo prevalente, affianca linguaggi

espressivi che si estendono dalla musica alle arti visive. Ne sono esempi l’utilizzo di interventi

pittorici dal vivo in performance di grande intensità poetica, (Della felicità per una serata dedicata a

Mario Luzi e La rima improbabile per Valentino Zeichen) e di una recitazione modulata sul ritmo

dello spartito musicale (I musicanti di Bre…ma, operina contemporanea per bambini su musiche

originali di Claudio Mandonico). Insieme a Gabriella Goffi ha realizzato nel 2000 l’installazione

dedicata ai bambini della Shoah Erano rosa azzurri sussurri per il Comune di Brescia-Terza

Circoscrizione, riproposta nel gennaio 2003 dal Comune di Rezzato nella sede della Pinacoteca

dell’età evolutiva con il titolo Bisbigli della memoria.

 

 

Gabriella Goffi

 

è nata a Gavardo (Brescia) dove vive e lavora.

Dagli anni Ottanta ha centrato la sua ricerca sulla forza espressiva ed evocativa dei materiali

assemblandoli mediante un lavoro di rielaborazione minuziosa in pannelli, sculture e

installazioni che rimandano ad una sorta di viaggio introspettivo attraverso linguaggi e archetipi del

nostro inconscio. Un profondo interesse per il teatro, al quale facilmente si assimilano certe sue

figure scultoree, l’ha spinta sin dall’inizio della carriera a realizzare bozzetti e costumi. Negli

ultimi anni ha esteso il suo impegno a una partecipazione più diretta agli allestimenti, intervenendo

in prima persona nell’ideazione e nella realizzazione di eventi teatrali e installazioni sceniche.

Tra le numerose personali: Studio Panigati, Milano 1989; Galleria La Firma, Riva del Garda 1991:

Il tempo delle donne, Centro Argonne, Parma 1994; La Casa Gialla, Venezia 1995: L’anima

sottile,Verona 1996; Incontri d’arte di Palazzo Francesconi, Provaglio d’Iseo 1998; L'Argillea

Bambina,Torre Avogadro, Lumezzane 1999; Abitarsi, Galleria Skies&Flowers, Milano 2002.

Tra le installazioni: Le stanze di sopra, installazione ambientale per la Fondazione Cominelli,

Palazzo Cominelli, Cisano 2001; Abito la luce e l'ombra , Verboessere, Brescia 2002; Bisbigli

della memoria. I bambini della Shoah, in collaborazione con la regista Sara Poli, Pinacoteca

Internazionale dell'età evolutiva, Comune di Rezzato 2003; Alias Arte, Raffa del Garda 2003.

Tra gli interventi per il teatro: Rebus con le cose, percorso dantesco per la regia di Paola Teresa

Bea, prodotto dal Teatro Comunale Odeon, Lumezzane 2000; La giravolta di Paola Carmignani

per la regia di Sara Poli 2001; coordinamento costumi per la Santa Crus di Cerveno 2002.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  edizione 2018

     Iosù

 

  home

  cos'è la Torre delle Favole

  la Biblioteca delle Favole

  collaborazioni

  edizioni precedenti

  contatti

  video

  la Torre in viaggio!

  lavora con noi

  VideoLibri

 

  autore

  programma

  pubblicazioni

  rassegna stampa

  bibliografia tematica

  fotografie

  video

 


www.latorredellefavole.it